Nicolas Boileau

Nicolas BoileauNicolas Boileau non se la cavava bene con gli studi, mollò quelli di giurisprudenza perchè -pare- non ne andava fuori, poi studiò teologia e anche qua non riuscì a combinare granchè, e sì che nel ‘600 studiare teologia era un po’ come il DAMS: una laurea e una pacca sulle spalle non si negavano a nessuno.

Era anche malaticcio e sfigato, ma alla fine, con la morte del babbo, si ritrovò una bella rendita e potè dedicarsi alla sua passione: la letteratura. E se come letterato fu una mezza tacca, come critico letterario era uno di quelli io-sono-bravo-gli-altri-m****, e lo fu fino all’ultimo: in punto di morte, visitato da un collega che per distrarlo voleva leggergli dei passi di un’opera che aveva appena composto, lo apostrofò: “Perchè vuoi affrettare la mia morte?“. Era il 13 marzo del 1711.

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Ultime parole e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...