i suicidi falliti di Ilya Metchnikoff

Ilya_Mechnikov_nobelLo scienziato russo Ilya Ilyich Mechnikoff (1845-1916) fu uno zoologo e biologo di chiara fama, ma nella vita privata era, diciamo, un po’ sfigatello.

Quando, nel 1873, dopo 10 anni di matrimonio, gli morì la  moglie Ludmilla Feodorovitch, tentò una prima volta il suicidio, con una dose di oppio di tutto rispetto, ma sopravvisse.

Ci mise un po’ ma si rimise in carreggiata e qualche anno  dopo si risposò con una sua studentessa, Olga Belokopytova, che però morì anch’essa, nel 1885.

Il buon Ilya tentò di nuovo il suicidio, e questa volta, tanto per rimanere nel suo ambito, si iniettò una quantità industriale di batteri mortali della famiglia delle spirochete. Neanche questa volta raggiunse il suo scopo.

Il fallimento del suo secondo tentativo però lo spinse ad approfondire le sue ricerche nel campo della batteriologia e dell’immunologia: premio Nobel nel 1906. Chapeau!

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Storia e storiacce e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...