il primo -e unico- re di Haiti

220px-Henri_ChristopheHenry Christophe (1767-1820) nato a Granada, figlio di una schiava e venduto come schiavo  in un ristorante di Santo Domingo, riuscì ad affrancarsi dalla sua condizione e a salire fino al top dell’epoca:

  • 1779: tamburino durante la Guerra d’Indipendenza americana (nelle truppe francesi, in un reparto tutto di uomini di colore)
  • 1802:   generale durante la Rivoluzione Haitiana
  • 1806: Presidente (nominato) dello Stato di Haiti
  • 1811: Re (autoproclamato) dello Stato di Haiti

Da re si montò un po’ la testa fin dall’inizio visto che si fece proclamare: “…  Henry, per grazia di Dio e della legge costituzionale, Re dello Stato di Haiti, sovrano di Tortuga, Gonâve, e altre isole vicine, Distruttore della tirannia, Rigeneratore e Benefattore della nazione haitiana, Creatore delle sue istituzioni morali, politiche e militari, Primo monarca incoronato del Nuovo Mondo, Difensore della fede, Fondatore dell’Ordine reale militare di Saint-Henry.” – e scusa se è poco!

Anche se abolì la schiavitù e aiutò le lotte di liberazione e affrancamento in gran parte dell’America Latina, come sovrano fu dispotico e autocratico, trascurò quasi completamente i suoi obblighi verso il popolo e si comportò come un signore medievale. Fin dall’inizio del suo regno istituì la nobiltà haitiana (4 principi, 7 duchi, 22 conti, 40 baroni, 14 cavalieri più un collegio armoriale che doveva codificare gli stemmi dei nuovi nobili…) e arrivò al punto di far costruire -nota bene: solo per un uso personale!-  sei castelli e  otto palazzi, un filino esagerati per Haiti.

Che fosse fuori di melone verso la fine della sua vita è dimostrato anche da come ebbe a trattare la sue guardie del corpo: ogni dittatore da sempre sa che le guardie del corpo personali sono da trattare bene  -anche perché sono quelle che possono farti fuori più facilmente.  Henry no.  Henry per evitare rogne ordinò alle sue guardie di marciare giù da una scogliera per dimostrare la loro fedeltà ed obbedienza -e chi si rifiutava veniva giustiziato.

Si può capire che non fosse molto gradito e se alla fine non venne detronizzato fu solo perché ebbe il buon gusto di suicidarsi in una sua fortezza privata. Fine di Henri Christophe e fine dell’effimero regno di Haiti.

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Storia e storiacce e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...