il cioccolato del vescovo

Che il cioccolato faccia bene o male lo lascio decidere a qualcun altro, certo fu mortale per un vescovo, come ci racconta Thomas Gage (1597-1656), un frate domenicano inglese che recatosi nel Nuovo Mondo lasciò un diario dei suoi viaggi dove ci racconta quello che capitò a questo prete

Nel 1630 nel Chiapas, in Messico, il cioccolato come bevanda andava alla grande, soprattutto fra le donne, e quelle che  potevano permetterselo non smettevano mai di berlo, a casa, per strada, dovunque. Il vescovo in questione proibì alla donne il consumo di cioccolato durante le funzioni religiose e anche se obbedirono la cosa non andò giù alle dame.

Poco tempo dopo il vescovo si ammalò e i medici furono concordi nel dire che non c’era niente da fare, il prelato era stato avvelenato, probabilmente con il cioccolato che -anche lui- prendeva regolarmente. Le donne della città non mostrarono alcuna sorpresa e non si preoccuparono più di tanto. Una disse che loro non avrebbero certo pianto per lui e un’altra arrivò a dire che era morto per il cioccolato proprio perché se l’era presa tanto contro quella bevanda. Le conclusioni furono che c’era stata una congiura delle donne per avvelenare il vescovo e Cage conclude il suo resoconto dicendo di stare attenti al cioccolato del Chiapas. Mmmm… sicuri che che bisogna stare attenti al cioccolato del Chiapas e non piuttosto alle donne del Chiapas?

 

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Non è ver che sia la morte..., Storia e storiacce e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...