la patata cresce nel giardino del re

220px-Parmentier_Antoine_1737-1813Il farmacista, agronomo e nutrizionista francese Antoine-Augustin Parmentier (1737-1813)  è ancor oggi famoso soprattutto per essere stato l’apostolo della patata in terra di Francia.

In Francia esisteva una legge del 1748 che stabiliva la pericolosità del tubero, ma Parmentier aveva avuto modo di sperimentarne pregi e bontà durante un periodo di prigionia in Germania, e ne promosse l’utilizzo non solo con scritti, conferenze, presentazioni, ma anche con pranzi dedicati a cui parteciparono personaggi come Lavoisier e Benjamin Franklin. Coinvolse pure il re Luigi XVI e la consorte Maria Antonietta (che arrivò addirittura ad appuntarsi un fiore di patata sulla parrucca).

Nonostante questi sforzi, però la patata stentava a prendere piede (ops!: a mettere radice) in Francia, per via della diffidenza dei contadini. Il Parmentier però conosceva i suoi polli: si fece assegnare dal re un appezzamento di circa 100 acri fuori Parigi, ci fece piantare patate e -soprattutto- ci fece montare la guardia da truppe armate, dando così l’impressione che lì si coltivasse qualcosa di raro e prezioso, destinato ai soli nobili. Quando di notte la guardia smontava, i contadini andavano fare razzia e poi ripiantavano il maltolto a casa loro, proprio come aveva sperato il furbacchione…

PS (che c’entra poco)
se passate per Nantes fate un salto a L’amour de la pomme de terre, un ristorante dedicato alla patata -che certo il Parmentier avrebbe apprezzato

 

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Storia e storiacce e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...