Il cappellaio matto per davvero

250px-MadlHatterByTenniel.svg

illustrazione di John Tenniel del 1865

Il Cappellaio Matto è uno dei personaggi di Alice nelle Meraviglie di Lewis Carroll, e fin qua ci siamo. Però non è una creazione originale, in Gran Bretagna i cappellai nel ‘800 erano considerati matti sul serio, tanto che esiste in inglese il modo di dire “mad as a hatter“, matto come un cappellaio, appunto.

Il fatto è che nell’ 800 i fabbricanti di cappelli andavano veramente fuori di zucca, i manicomi ne erano pieni. Questo perché per la lavorazione della pelle e del feltro con cui si facevano i cappelli si usava mercurio e il mercurio è un elemento tossico che causa avvelenamento per accumulo con effetti come la dislessia, la perdita di memoria, tremori diffusi, stati d’ansia e di depressione, sbalzi di umore.

Comunque, Alice nelle Meraviglie è un libro meraviglioso e pieno di sorprese. Ce ne sarebbe da dire anche sul fungo che si mangia Alice, ma sarà per un altro post…

 

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e letteratura e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...