Le ultime parole di Terry Kath

220px-terry_kathChe i musicisti rock spesso facciano una brutta fine è qualcosa di più di un luogo comune, e d’altra parte mica è facile non lasciarci le penne quando si vive tra eccessi di vario genere.

Terry Kath (1946-1978) fu un grande chitarrista, questo è indubbio, e senza di lui non avremmo avuto quella grande band che sono stati i Chicago, però per quanto bravo uno sia, può sempre di fare una fesseria (come a tutti noi d’altra parte, bravi o non bravi che possiamo essere). E quando, come nel caso di Terry Kath, ci metti assieme alcol e armi, la fesseria può -o anche no- essere la prima,  ma facilmente è l’ultima. Il 23 gennaio 1978 Terry era a casa di un amico con la moglie, aveva bevuto parecchio e si mise a giochicchiare con una pistola automatica. L’amico gli disse di stare attento ma Terry rispose: “Non ti preoccupare, non c’è neanche il caricatore!“, si puntò la pistola alla tempia e premette il grilletto. Come da copione nella storia delle pistole automatiche, aveva tolto il caricatore ma era rimasta la pallottola già innescata e Terry Kath se ne partì per il paradiso dei fessi.

Immagine da Wikipedia

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Non è ver che sia la morte..., Ultime parole e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...