Il diavolo fa le scatole ma non l’apriscatole (post rompiscatole)

yatesopener3

apriscatole di R. Yeates

Anche se la Marina Militare olandese utilizzava scatole di metallo per conservare i cibi fin dal 1772, fu l’ingenere francese Philippe Henri de Girard (1775-1845) quello che nel 1810 inventò la macchina per inscatolare il cibo in lattine. Poi  l’idea arrivò in Inghilterra, la macchina venne brevettata, e fu a Londra, nel 1812, che sorse la prima fabbrica per la produzione di cibo in scatola a livello industriale.

Fu subito un successo: il sistema era sicuro, pratico ed economico, il cibo poteva essere conservato per lunghi tempi e trasportato senza problemi,  cosa che risolveva il pesante problema dei lunghi viaggi per mare verso le colonie, e non a caso il primo grosso fruitore di questi prodotti fu proprio la Marina Reale inglese.

Però, come in tante scoperte, la fesseria era dietro l’angolo e, se il diavolo fa le pentole e non i coperchi, in questo caso ha fatto la scatola tutta chiusa: nessuno aveva pensato al sistema per aprire le lattine e per decenni si utilizzarono chiodi, coltelli, tenaglie, martelli e scalpelli, ecc. ecc.  Bisognerà aspettare il 1855 perché un altro inglese, Robert Yeates, inventi uno strumento adatto, e l’apriscatole fu.

 

Immagine: da Wikipedia Commons

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Oggetti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...