il figlio portasfiga di Lincoln

220px-robert_todd_lincoln_brady-handy_bw_photo_portrait_ca1870-1880-edit1Robert Todd Lincoln (1843-1926) , figlio primogenito di Abraham Lincoln, fu anch’esso un politico statunitense ma non passò alla storia per questo (in realtà non è che fece granché…), bensì per il fatto di essere stato sulla scena della morte per assassinio non di uno, non di due bensì di tre presidenti USA! Andiamo con ordine:

  • 4 aprile 1865: non è presente quando Booth spara al babbo ma arriva immeditamente dopo e fa in tempo ad assisterlo sul letto di morte. E uno.
  • 2 luglio 1881: il presidente Garfield invita Robert Lincoln a raggiungerlo alla stazione della VI strada a Washington; Robert arriva e fa in tempo a vedere Charles Guiteau che spara e ammazza Garfield. E due.
  • 6 settembre 1901: il presidente McKinley lo invita a Buffalo per la Pan-American Exposition e lui è nella stanza accanto quando Leon Czolgosz spara a McKinley nel tentativo -riuscito- di farlo fuori. E tre.

Se la serie finisce qui, probabilmente è perché lo stesso Robert Lincoln riconobbe di essere uno iettatore e un portapegola di prima categoria: rifiutando un invito da parte di un altro  presidente USA (non so dire il nome di questo temerario) , ebbe a dire: “No, non ci vado, e farebbero meglio a non chiedermelo,  perché quando sono presente io c’è una specie di cattiva stella per i presidenti…”.

 

Immagine da Wikipedia Commons

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Storia e storiacce e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...