Il kimono maledetto

furisode fire

l’incendio del furisode clicca per ingrandire)

Qual’è stata la maledizione più fetente della storia? Tutankhamon? Pfui. Il  diamante Hope? Bah. Pinzillacchere, robetta,  in confronto alla Maledizione del kimono di Edo.

È il 2 marzo del 1657, in un tempio di Edo (come si chiamava allora Tokio) un prete si trova a dover praticare un rito di purificazione su un kimono considerato maledetto che era stato posseduto da tre ragazze, una dopo l’altra, tutte e tre  morte prima di indossarlo. Niente di particolare come rito: si dà fuoco al kimono, si recita qualche formula e oplà, lo spirito malvagio che infesta il kimono se ne va.

Però: o il prete non se la cavava tanto bene con gli esorcismi oppure il demone era uno di quelli tosti, fatto sta che quando il prete dà fuoco al kimono,  si alza d’improvviso un forte colpo di vento che fa volar via il kimono in fiamme che va ad appiccare il fuoco al tempio (che ovviamente è in legno e carta -come quasi tutti gli edifici della città). Mentre il tempio brucia, arriva da nordovest un uragano che porta subito l’incendio al resto della città: passato alla storia come Incendio di Meireki (dal nome della dinastia regnante) o Incendio del Furisode (1) durò tre giorni distruggendo il 60/70 % della capitale e causando la morte di circa 100.000 persone. Fuun.

(1) il termine kimono all’epoca stava ad indicare un qualsiasi tipo di abito; il furisode era/è un tipo di kimono formale, da usare in occasioni particolari, fatto di seta pregiata e a disegni con colori vivaci; lo portavano le donne in età da marito e si caratterizzava per le larghe maniche lunghe più di un metro (letteralmente furisode significa maniche svolazzanti)

immagine da Wikipedia Commons

 

 

Annunci

Informazioni su achedes

nella vita alle volte si è il gabbiano, altre volte la statua...
Questa voce è stata pubblicata in Storia e storiacce e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...